venerdì 13 marzo 2015

Come rimuovere lo smalto semipermanente?

Spesso si pensa che lo smalto semipermanente rovini le unghie, in realtà quando ciò accade la causa è da riscontrare in una rimozione non corretta piuttosto che nell'utilizzo o nell'applicazione del semipermanente stesso.


La rimozione dello smalto semipermanente, importante quanto una corretta applicazione, è argomento sottovalutato e poco trattato.

Avere le unghie graffiate, rovinate, bucate o arrossate dopo aver rimosso lo smalto è chiaro indice di qualche errore commesso perché, è il caso di ripeterlo, lo smalto semipermanente di per sé non rovina le unghie.

Le domande al riguardo sono sostanzialmente tre:

  1. Quali sono i metodi per rimuovere lo smalto semipermanente?
  2. Quale materiale serve?
  3. Dove reperire il materiale necessario?
rimozione smalto semipermanente 01

I metodi di rimozione dello smalto semipermanente sono tre:
  • Limatura
  • Immersione
  • Nail Wraps
Andiamo ad analizzarne in dettaglio modalità, vantaggi e svantaggi tramite tutorial fotografici.

1° METODO DI RIMOZIONE DELLO SMALTO SEMIPERMANENTE: LIMATURA

Il metodo maggiormente utilizzato dalle professioniste del settore: pratico, economico e consistente semplicemente nella limatura dello smalto sull'unghia.

Sicuramente efficace ma praticabile solo dalle più esperte perché con una procedura scorretta si rischia di limare anche l'unghia con conseguenze poco piacevoli (arrossamento, sfaldatura, etc. etc.)

Evito di fornire un tutorial di tale metodo per non essere di incentivo a tentativi decisamente sconsigliati.

lima per unghie

Vantaggi: economico, efficace, permette di agire solo sullo smalto evitando di stressare le cuticole con solventi.

Svantaggi: rischio di rovinare l'unghia se non eseguito correttamente.

2° METODO DI RIMOZIONE DELLO SMALTO SEMIPERMANENTE: IMMERSIONE

Il metodo di rimozione più comune e pratico, consistente nella semplice immersione delle dita nel solvente.

Non occorre particolare preparazione e può esser praticato da tutti ma consiglio di utilizzare sempre prodotti di qualità.

MATERIALE NECESSARIO
  • Buffer
  • Solvente specifico per semipermanente
  • Vaschetta o ditali da immersione (Nail Soakers)
  • Bastoncino spingi cuticole (legno o acciaio)
nail soakers e vaschetta dita manicure

TUTORIAL

1) Bufferare leggermente la superficie colorata fino a renderla opaca.

rimozione smalto semipermanente 02

2) Immergere le unghie nel solvente specifico (per uno smalto semipermanente classico sono necessari 15 min, per un semipermanente one step bastano 5/7 min).

rimozione smalto semipermanente 03

3) Utilizzare un bastoncino per rimuovere delicatamente dall’unghia i residui di prodotto.

rimozione smalto semipermanente 04

Vantaggi: pratico ed indicato per tutti.

Svantaggi: richiede una quantità elevata di solvente e purtroppo agisce anche sulla pelle del dito che successivamente richiederà molta idratazione.

3° METODO DI RIMOZIONE DELLO SMALTO SEMIPERMANENTE: NAIL WRAPS

Altro metodo molto comune, pratico ed economico, consistente nell'avvolgere le unghie in speciali fogli di alluminio dotati di una spugnetta che deve esser imbevuta in un solvente.

Non richiede formazione specifica ma anche in questo caso consiglio di utilizzare prodotti di qualità.

MATERIALE NECESSARIO
  • Buffer
  • Nail Wraps
  • Solvente specifico per semipermanente
  • Bastoncino spingi cuticole (legno o acciaio)
kit rimozione smalto semipermanente 01

kit rimozione smalto semipermanente 02

TUTORIAL

1) Bufferare leggermente la superficie colorata fino a renderla opaca.

rimozione smalto semipermanente 05

2) Bagnare il nail wrap con solvente specifico per la rimozione del semipermanente.

rimozione smalto semipermanente 06

3) Avvolgere le unghie nei nail wrap (per uno smalto semipermanente classico sono necessari 15 min, per un semipermanente one step bastano 5/7 min).

rimozione smalto semipermanente 07

rimozione smalto semipermanente 08

4) Togliere il nail wrap praticando una leggera pressione sull'unghia poi utilizzare un bastoncino per rimuovere delicatamente i residui di prodotto.

rimozione smalto semipermanente 09

Vantaggi: economico, indicato per tutti, pratico, non genera problemi di secchezza della pelle perché agisce solo sull'unghia.

Svantaggi: nessuno.

È possibile creare dei nail wrap "casalinghi" usando cotone e carta argentata ma inevitabilmente il risultato sarà meno efficace.

DOVE REPERIRE IL MATERIALE NECESSARIO?

Ci sonto tanti validi e-commerce sul web, io continuo a segnalarvi www.tuttoperleunghie.it all'interno del quale potete trovare tutto il necessario. Utilizzo i loro prodotti già da qualche anno e mi sono sempre trovata magnificamente. Inserendo il codice NA6F in fase d'ordine potrete anche usufruire di uno sconto del 15% su qualsiasi prodotto senza minimo di acquisto. Vi lascio qualche link utile:

- Solvente specifico per semipermanente
- Ditali immersione / Nail Soakers
- Nail Wraps
- Kit rimozione semipermanente

In conclusione voglio sottolineare bene un concetto: prestate la massima attenzione quando rimuovete i residui di smalto con il bastoncino perché è facile colpire inavvertitamente l'unghia e rovinarla, meglio avere 10 minuti di pazienza.

Vi invito a leggere anche Guida completa per l'applicazione dello smalto semipermanente e Risposte a tutte le domande sullo smalto semipermanente

12 commenti:

  1. Ciao tesoro. Grazie per i post super utile che ci scrivi sempre.
    Io ci ho provato con la lima, ma non essendo abituata mi sono limata le unghie, fino a perdere la protezione (si vede il rosso). :((( fanno malissimo. Ma non avevo mai pensato alla stagnola! Grazie a te, ora lo so. :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. oh immagino il dolore .. purtroppo quello è un metodo che sconsiglio proprio per questo motivo ...vabbè dai dalla prossima volta usa l'altro metodo ed andrà bene ^_^ un bacione cara grazie di esser passata qui

      Elimina
  2. che guida fantastica grazie

    RispondiElimina
  3. giada mirotti13 marzo 2015 23:15

    Utilissimo grande sophia

    RispondiElimina
  4. Questo si che è un articolo veramente utile! Su altri siti non ho mai trovato informazioni così dettagliate. Grazie da oggi hai una nuova fedele lettrice

    RispondiElimina
  5. io uso sempre il terzo metodo anche secondo me è il migliore

    RispondiElimina
  6. Ciao! Io sono disperata.... Ho comprato ben 4 tipi diversi di remover diversi per usare il metodo stagnola.... Ma nonostante i 20 25 minuti di posa niente!!!! Come mai???? É possibile che non funzioni nessuno.... Li smalto ê layla... Dove sbaglio?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Annina,
      purtroppo posso solo fare delle ipotesi:

      Usi un remover non specifico per semipermanente?

      Avvolgi bene le dita nella stagnola?

      Bagni poco il cotone?

      Non fai aderire bene l'unghia al cotone dopo che lo hai imbevuto?

      Prova a ripetere tutti i passaggi che ho descritto e se ancora non dovessi riuscire prova ad utilizzare il remover nails store o layla.

      In ogni caso la soluzione più semplice è usare i nail wraps.

      Fammi sapere, ciao

      Elimina
  7. li ho comprati grazie a te sei bravissima mi ci trovo proprio bene

    RispondiElimina
  8. Ciao la mia estetista me lo toglieva con la fresa... è corretto?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, si è un metodo corretto la cosa importante è sapere usare correttamente la fresa e fare attenzione a non danneggiare l'unghia.

      Elimina
    2. In realtà mi bruciava un pò a volte, ora lo metto io a casa. Mi trovo benissimo. Grazie mille

      Elimina

Ciao! Usa questo spazio per commentare o fare domande, ti prego però di NON INSERIRE LINK. Seleziona l'opzione "Inviami notifiche" in basso a destra per ricevere le notifiche di nuovi commenti a questo post.