mercoledì 9 ottobre 2013

Quale lima scegliere?

Lima curva o dritta? Lima di metallo o di legno? Plastica, vetro, cartone o lucidante? Ecco una guida per scegliere la lima giusta senza impazzire!


Se Amleto fosse stata Amleta oltre al famoso "Essere o non essere" avremmo studiato anche". Compro questa di cartone o questa di vetro?

O questa di ... oddio ma cos’é? Plastica?

Compro questa in metallo o quella in legno? E cos’è questo rettangolone morbidoso?

Ho quindi pensato di fornire una piccola guida alla scelta della “lima giusta” per chi non ha tempo o voglia di studiare :-D



......iniziamo!

Le lime per unghie differiscono per forma, colore, spessore e ruvidità della superficie che le riveste, inoltre sono di materiali e grandezze diversi.

Tutte le lime sono provviste di un numero che ne indica la Grana o Grit, ovvero “l’indice di ruvidità di una lima”.

Più il numero è alto più la grana sarà sottile = meno abrasiva.

Più il numero è basso più la grana sarà grossa = più abrasiva.

Le lime più facilmente reperibili in commercio sono:
  • Lime Curve (dette anche Banana o Boomerang)
  • Lime Dritte (dette anche Strait)
  • Lime Mezzaluna (dette anche Jumbo, sono lime di nuova generazione uscite negli ultimi tempi che racchiudono le caratteristiche fisiche delle precedenti)

Lime curve

Ottime per la ricostruzione delle unghie, indicate per addolcire i lati delle unghie ed ideali per creare la perfetta curva a c.


Lime dritte

Sicuramente le più usate, ideali per accorciare le unghie naturali o ricostruite ed ottime per la creazione della forma (tonda, ovale, quadrata).


Ne esistono di diversi tipi e materiali, quali: legno, plastica, vetro, metallo e cartone (praticamente per tutti i tipi di unghie).

Lime in metallo

Indicate per unghie naturali e robuste perché la lima è poco flessibile e la limatura decisa, si usano per unghie di media lunghezza e vanno maneggiate con capacità.

Sono lavabili ma raccomando una perfetta asciugatura per evitare che si rovinino.


Lime in legno

Adatte per tutte le unghie, ideali per quelle più sottili e fragili.

Le lime di legno sono flessibili e quindi seguono bene il movimento della mano. Ne esistono di diverse grane, consiglio quella più sottile (120/120 o 100/100) per le unghie più delicate, quella più grossa per le altre (100/100 o 80/80). Non sono lavabili.


Lime in vetro

Adatte per tutte le unghie, grazie alla grana molto sottile sono molto resistenti all'usura.

Sono delicate perchè facilmente danneggiabili, essendo in vetro basta un urto o una caduta per romperle.

L'unico punto a loro sfavore è il rumore che generano durante l'utilizzo, un po’ fastidioso. Sono lavabili.


Lime in plastica

Classiche lime da ricostruzione destinate a usi diversi a seconda della loro grana. Lima dritta bianca 80/80, lima dritta nera 80/100, lima dritta nera 80/80, lima dritta zebra 100/180, lima maxi 100/180. Sono lavabili.


Lime di cartone

Adatte per tutte le unghie e semplicissime da usare. Disponibili in tutte le forme (quelle tascabili sono l'ideale per ritocchi veloci). Non sono lavabili.


Lime lucidanti e sgrassanti

Sono morbide, flessibili ed hanno un lato opacizzante e uno lucidante. Donano all'unghia un aspetto sano e brillante senza bisogno di applicare lo smalto.


Trovare la “lima giusta“ è abbastanza semplice, basta provare per individuare la soluzione ideale.

Tranquille e sperimentate, una lima non è per sempre!

NB. La scelta della lima giusta (professionale o meno che sia) è una scelta importate ed individuale. La guida che vi ho proposto è basata solo sulla mia esperienza.

4 commenti:

  1. I miei preferiti e che uso sempre solo la lima di vetro e il mattoncino!!!Kiss

    RispondiElimina
  2. ma la lima in vetro con cosa la lavo?

    RispondiElimina

Ciao! Usa questo spazio per commentare o fare domande, ti prego però di NON INSERIRE LINK. Seleziona l'opzione "Inviami notifiche" in basso a destra per ricevere le notifiche di nuovi commenti a questo post.